farmacia online italia viagra generico watch big love viagra blue online effet du viagra sur personne normale kubwa herbal viagra reviews buy viagra online with master card quickest generic viagra delivery Stampa questa pagina
13
Maggio

Rifiuti, domani la raccolta del multimateriale a Sciacca

Scritto da 
Pubblicato in Attualità

 

 

 

 

 

La raccolta dei rifiuti a Sciacca va avanti,

dopo oltre dieci giorni di blocco di tutto il sistema che ha generato gravi problemi anche sul piano igienico sanitario.

 

Domani sarà il turno di ritiro del multimateriale ( plastica, carta, cartone , vetro e alluminio) nelle case dei saccensi da una settimana. In virtù dell’ordinanza firmata da Francesca Valenti le ditte che gestiscono i servizi del piano Aro a Sciacca sabato scorso hanno proceduto alla raccolta dell’umido sia nel centro abitato, sia nelle periferie, ma nel primo pomeriggio i mezzi erano già stracolmi di spazzatura e l’impossibilità di scaricare nel centro di compostaggio di Santa Maria ha di fatto lasciato fuori alcune località e porzioni del centro dove i tanti sacchetti di umido sono rimasti davanti alle abitazioni. Non sono mancate ovviamente le proteste, legittime di quegli utenti che hanno dovuto ritirare i mastelli e e aspettare questa mattina per potersi disfare della spazzatura. Non sono mancati anche gli episodi di inciviltà con i sacchetti contenenti l’umido che sono rimasti abbandonati per strada .Nel quartiere di San Michele il consigliere Carmela Santangelo, dopo aver appreso che i mezzi delle ditte aggiudicatarie del servizio erano ormai pieni, si è adoperata in prima persona con la collaborazione di un dipendente comunale e un mezzo di fortuna per eliminare i tanti sacchetti che erano rimasti accatastati nella zona vicina al campanile e in alcune viuzze.

 

Stamattina all’alba sono stati scaricati gli autocompattatori al centro di compostaggio di Santa Maria e il servizio di raccolta dell’umido è ripreso, nel corso della mattinata, dando priorità alle zone dove sabato scorso non era stato garantito. Nelle periferie la situazione è anche peggiore con intere località trasformate in discariche a cielo aperto dove è stato abbandonato di tutto. Occorreranno giorni per poter ripulire il territorio e prima che il sistema torni, si spera, a regime. Insomma, l’emergenza non è affatto cessata e oggi pomeriggio sarà al centro di una riunione tra i sindaci dell’ex ato e i vertici di Sogeir, nella sede della Sogeir. In realtà il sindaco già sabato scorso aveva convocato la riunione per oggi pomeriggio alle 15.30 nel palazzo municipale, poi è arrivata analoga iniziativa dei responsabili della società che gestisce gli impianti. Non è importante chi e dove viene organizzata, ma che si lavori tutti insieme per trovare la soluzione, commenta oggi l’assessore Carmelo Brunetto.

 

Letto 220 volte Ultima modifica il Lunedì, 13 Maggio 2019 14:10

Video