acheter viagra contre remboursement viagra prescription assistance buy viagra uk fast delivery headache with viagra Stampa questa pagina
13
Giugno

Disabilità. Avviato piano d’intervento “Dopo di Noi”

Scritto da 
Pubblicato in Attualità

Avviato il piano d’interventi del programma “Dopo di Noi”, iniziativa del Distretto Socio-Sanitario Ag7, con capofila il Comune di Sciacca, in favore di persone con disabilità grave

con l’obiettivo di realizzazione un “programma di vita” del disabile grave, idoneo a soddisfare le sue necessità e bisogni, per renderlo quanto più autonomo.

 

Il progetto, dichiara oggi l’assessore alle politiche sociali Gisella Mondino coinvolge, in questo momento, nove famiglie nel distretto socio-sanitario di cui quattro di Sciacca che hanno presentato istanza a seguito di avviso pubblico.

 

Gli uffici sono al lavoro per estendere il numero di famiglie e, dunque, il numero di ragazzi da avviare in percorsi educativi personalizzati finalizzati all’autonomia, alla crescita, alla socializzazione e all’integrazione.

 

Il piano di interventi ha avuto il via libera dal Dipartimento regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali “a seguito di verifica della completezza e correttezza formale della documentazione prodotta, con riferimento alla programmazione degli interventi relativi all’assistenza, cura e protezione a carico del Fondo istituito con la legge 112/2016”; il Dipartimento regionale ha comunicato di avere approvato i Piani presentati da alcuni distretti socio-sanitari.

 

Lo scorso anno il comune di Sciacca, capofila del Distretto, ( che comprende anche Sambuca di Sicilia, Menfi, Santa Margherita di Belice, Caltabellotta e Montevago) ha emesso un avviso pubblico invitando gli interessati a presentare domanda per l’accesso ai benefici.

 

L’iniziativa dà seguito alla cosiddetta legge nota come “Dopo di noi” che definisce specifici strumenti giuridici per garantire una effettiva continuità del percorso di vita delle persone con disabilità gravi anche successivamente al venir meno delle figure genitoriali o familiari.

 

La norma, che «è volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità», come si legge nell’articolo 1 del testo, è importante perché per la prima volta nell’ordinamento giuridico italiano vengono individuate e riconosciute specifiche tutele per le persone con disabilità quando vengono a mancare i parenti che li hanno seguiti fino a quel momento.

 

 

 

 

 

Letto 115 volte Ultima modifica il Giovedì, 13 Giugno 2019 14:07

Video