cheap cz link viagra viagra9 canadian pharmacy selling viagra viagra super active plus uberweisung comprar viagra online sin receta generic viagra next day delivery uk Stampa questa pagina
19
Giugno

Di nuovo a fuoco il bosco ai piedi del monte Kronio

Scritto da 
Pubblicato in Attualità

 

Di nuovo a fuoco l'area boschiva del Monte Kronio. In fiamme ieri pomeriggio circa un ettaro, per un incendio, il terzo in poche settimane che interessa il monte.

Le fiamme sono divampate nel primo pomeriggio e per spegnerle sono intervenuti il corpo forestale del distaccamento di Sambuca e i vigili del fuoco di Sciacca. La pioggia di ieri pomeriggio, caduta poco dopo l'arrivo dei soccorsi, ha facilitato le operazioni di spegnimento dell'incendio. La zona ieri mattina aveva ospitato una gara automobilistica ed era stata quindi meta di tanti visitatori. Sulle cause del rogo, di natura quasi sicuramente dolosa, il corpo forestale informerà la Procura di Sciacca. Procura che nelle scorse settimane ha siglato un accordo con i 20 comuni agrigentini appartenti al proprio distretto e le forze dell'Ordine, con l'obiettivo di reprimere il fenomeno degli incendi. Per farlo nel mirino dei controlli finiranno anche quei proprietari di fondi, che non ottemperano all'obbligo di ripulire i loro terreni dalle sterpaglie o di creare tutti quegli accorgimenti naturali, come i parafuoco, per evitare il propagarsi delle fiamme. E mentre a Sciacca ieri pomeriggio bruciava un altro ettaro di area boschiva a San Calogero, e già i vigili del fuoco di Sciacca contano in queste settimane diversi interventi nel territorio, si apprende che il servizio dei Forestali in Sicilia, è in netto ritardo rispetto alle tabelle di marcia che prevedevano dovesse essere pronto in tutta la Regione già dal 15 giugno. Regione che all'arrivo delle temperature più torride si è fatta trovare impreparata. Le somme sono state disponibili solo dal 31 maggio, affermano dal dipartimento regionale Foreste, questo ha fatto slittare l'iter per l'avvio dei forestali. Da oggi sono stati chiamati in servizio 6500 forestali dell'antincendio, ma ora serviranno alcuni giorni prima che siano completate le visite mediche, e poi resta il problema delle tute che non sono disponibili per tutti così come quelle delle opere per prevenire gli incendi, come vialetti parafuoco, diserbamento e manutenzione dei bosschi per evitare che le fiamme vengano favorite dalle condizioni del terreno. C'è da sperare dunque che le temperature reggano sempre e magari come ieri a San Calogero, arrivi provvidenziale la pioggia.

 

 

 

 

 

 

 

Letto 1047 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Giugno 2017 16:57