Stampa questa pagina
30
Maggio

Sanità. Entro l’estate saranno attivate le case di comunità

Scritto da 
Pubblicato in Attualità

Il piano di investimenti sulla sanità siciliana legato ai Fondi del Pnrr è stato trasmesso a Roma.

Si attende già domani la ratifica del ministero della sanità sul piano elaborato dall’assessore regionale Razza di concerto con i vertici delle Aziende Sanitarie Provinciali e la commissione salute dell’Ars. Un investimento di oltre 796 milioni di euro destinato a migliorare l’assistenza sanitaria nell’isola investendo soprattutto sulla medicina del territorio, quella che è stata smantellata nel corso degli ultimi decenni per concentrare tutto sull’assistenza ospedaliera. Dopo due anni di Covid, si torna ad investire sulla salute grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Ottenuta l’approvazione definitiva da Roma, si darà seguito agli investimenti partendo dalle case di comunità. In provincia di Agrigento ne sono prevista 19, una delle quali a Sciacca. L’ubicazione della casa di comunità, secondo quanto emerge, sarà nei locali dell’ospedale di contrada Seniazza, probabilmente nell’ala che già ospita i servizi del distretto socio-sanitario e i servizi ambulatoriali. A Menfi la casa di comunità sarà realizzata nei locali del Presidio Territoriale di Emergenza di via Raffaello . Case di comunità saranno realizzate anche a Ribera, Aragona, Bivona, Cammarata, Canicattì, Casteltermini, Cattolica Eraclea, Favara, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Porto Empedocle, Racalmuto, Raffadali, Ravanusa, Siculiana e Agrigento. L’obiettivo dell’assessorato regionale alla sanità è quello di attivare queste strutture entro l’estate, mentre più complesso sarà l’iter per la realizzazione degli ospedali di comunità. In provincia di Agrigento sono tre quelli previsti: ad Agrigento, Bivona e Santa Margherita Belice. Quattro, infine, le centrali operative territoriali previste in provincia: ad Agrigento, Canicattì, Licata e Ribera.

Letto 152 volte Ultima modifica il Lunedì, 30 Maggio 2022 13:54

Video